• Project Strength
  • Project Nutrition

Quando fare stretching

Tecniche per ottimizzare la Performance, il Recupero, la Mobilità articolare, Prevenire gli infortuni
iSiO
Messaggi: 173
Iscritto il: 23/11/2016, 16:08

Quando fare stretching

Messaggioda iSiO 12/05/2017, 7:22

Salve a tutti
in base alle mie letture ho potuto apprendere che lo stretching statico per la flessibilità muscolare sia idoneo se fatto dopo l'allenamento aerobico o anaerobico (come cool down) o in sessioni a parte distaccate da esso.
Invece mi sembra di avere capito che la mobilità articolare si può allenare anche prima di un allenamento o di un esercizio, con adeguate tecniche di stretching dinamico, per migliorare addirittura la performance durante l'allenamento (come se fosse parte dello warm up).
Tuttavia vi sono più prof in università che sostengono che praticare stretching post workout sia un'atrocità e che praticarlo prima (intendo statico) sia ancora peggio. Però ho amici ginnasti o ballerini (di buoni livelli) che hanno sempre praticato stretching statico PRIMA dei loro allenamenti, dopo il canonico riscaldamento, anche per più di mezzora. Non si sono mai rotti e hanno vinto gare di livello internazionale.
Questo non vuol dire assolutamente che se loro non si sono mai infortunati, allora va bene farlo anche prima dell'allenamento; bisogna sempre attenersi alla scienza e alla teoria e non solo alla pratica.
Tuttavia ci si scassa sempre di quando dover inserire lo stretching (o il foam rolling) quando invece, forse, questo non è decisivo per la performance e la prevenzione a lungo termine (ho scritto "forse"):magari serve solo farlo bene.
Vorrei sapere il vostro parere sia in base alla vostra esperienza pratica sia in base ai vostri studi :D
Studente di Scienze Motorie Preventive ed Adattate
Biagio68
Messaggi: 22
Iscritto il: 17/04/2017, 18:48

Re: Quando fare stretching

Messaggioda Biagio68 12/05/2017, 11:54

Della serie è nata prima la gallina o l'uovo.
Personalmente lo faccio sempre dopo le sedute di corsa o al mattino presto nei giorni dove non mi alleno. Mi dedico in modo particolare a tutti i distretti muscolari coinvolti con la corsa, femorali, polpacci e piriforme. Sono di una noia mortale ma se non li faccio inizio a sentire lo sciatico e i polpacci rimangono duri come il marmo. Insomma mi danno un sollievo e un benessere enorme.
Con questo voglio dire che ognuno di noi ha bisogno di un programma di allenamento e per me lo stretching è una seduta di allenamento.

Torna a “Warm-up, Mobility, Recovery”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite